Archivi categoria: Music

Only the best, say yo or not?

” INGE “

E’ stato presentato ieri al Festival Cinematografico di Roma ” Inge ” il documentario girato da Luca Scarzella e Simonetta Fiori sulla vita di Inge Feltrinelli. Imprenditrice ma in primis Donna con la ” D ” maiuscola. Una delle poche donne che il secolo precedente lo ha vissuto ed ancora lo può raccontare con la sua delicatezza, la sua classe e quella velata nostalgia di quel tempo, di quei valori, di quei dettagli che ora come ora sono difficili da ricerca. Non si racconta semplicemente la vita di questa fantastica Donna, si racconta prima di tutto un pezzo di storia, la Sua storia ma che è anche la nostra. Momenti di vita difficili, il rilancio della Feltrinelli che dopo la morte di Giangiacomo rischiava la chiusura. Il documentario uscirà il 24 novembre in dvd distribuito da Cinecittà Luce

 

MEGAFAUN!

Era il 2008 quando i ” MEGAFAUN ” esordivano con il loro primo album ” Bury   The Square “, e sinceramente parlando di strada ne hanno fatta davvero molta. Parlare di loro ci risulta una cosa molto facile, indubbiamente colti, capaci di attraversare il folk, il rock con la medesima facilità rendendo le loro ballate accattivanti. Secondo noi questo è proprio il periodo giusto per tendere l’attenzione o ancora meglio…L’orecchio a questo trio che partito dal North Carolina è stato capace nel tempo di affermarsi, di differenziarsi da tutto il resto. Merito, fortuna, ognuno la veda come meglio crede, ma per chi ancora non ha avuto l’occasione di dedicare a loro un pò di tempo, vi spieghiamo noi come fare!

Myspace: http://www.myspace.com/megafaun

WebSite: http://www.megafaun.com/

Blog: http://megafaun.tumblr.com/

 

CASIOKIDS ” NORVEGESI ALL’ASSALTO “

Ora collegare la Norvegia e i Royksopp è una cosa molto semplice, ma fortunatamente senza che ammiratori incalliti me ne vogliano non ci sono solamente loro. L’etichetta che si è fatta carico di dare luce a questi ragazzi è la Moshi Moshi Records, diciamolo pure che a nostro avviso nel panorama discografico è una delle realtà più stimolanti, stimolate ed attive che ci siano. Non stanno quindi con le mani in mano, anzi guardano attentamente cose accade in giro, e quando ne vale la pena, sanno esattamente cosa fare.

Tornando a questi ragazzi loro a noi davvero ” garbano ” molto. Se non li avete mai sentiti : http://www.myspace.com/casiokids, ovviamente per il momento in Italia non ci sono, aspettiamo come sempre che sia Milano o Roma a portarceli, con la speranza che scelgano bene dove andare.

THE TALLEST MAN ON EARTH – ” La chitarra Svedese “

Matsson era apparso velocemente nelle nostre vite con ” Shallow Grave “, il suo tocco delicato, il modo in cui suona la chitarra ci aveva davvero sorpreso. In ” The Wild Hunt “, ci ha fatto capire una cosa questo ragazzo. Non serve alle volte portare all’esasperazione il proprio modo di suonare, non occorre sempre evolversi, mescolare o complicarsi la vita, basta la semplicità e la precisione, magari con l’aggiunta della delicatezza. Questo ci aveva proposto e questo ha rifatto, fa quello che meglio sa fare, e lo fa ancora una volta davvero bene.

Per chi ancora non lo conoscesse: http://www.myspace.com/thetallestmanonearth

THE WILD HUNT ( Dead Oceans ) 2010

Tracklist

1. The Wild Hunt
2. Burden Of Tomorrow
3. Troubles Will Be Gone
4. You’re Going Back
5. The Drying Of The Lawns
6. King Of Spain
7. Love Is All
8. Thousand Ways
9. A Lion’s Heart
10. Kids On The Run

Pearl Jam ” Just Breathe “

Saranno a Udine il 6 Luglio, ma ancora non sappiamo se sarà la loro unica data in Italia, intanto per chi volesse però, Vedder e compagni hanno messo a disposizione il download gratuito di ” Just Breathe “. Per entrarne in possesso basta aprire un account su Twitter, e registrarsi su justbreathe.pearljam.com al resto ci penseranno loro, ad inviarvi un codice per il download gratuito su itunes

Ideapaint

Siete stanchi delle solite mattonelle, siete annoiati e stufi dell’ormai obsoleta carta da parati? Ecco allora arrivare la rivoluzione del decoro da parete, la possibilità di essere sempre e comunque unici, differenti, con qualcosa di allegro, colorato, simpatico ed indubbiamente creativo. A tutto questo ci pensa IdeaPaint http://www.ideapaint.com. Sia che siate in ufficio , sia che siate a casa, loro faranno sicuramente al caso vostro!

E’ dunque impossibile annoiarsi, lo spazio bianco non è detto che lo rimanga per sempre! Sta alla vostra richiesta di creatività!

Tutto spostato dal vento…

C’è qualcosa che non torna, deve avere spostato tutto il vento, fuori c’è il sole ma comunque fa freddo. Il bicchiere si annacqua in fretta, il drink è rovinato, la serata è corta, il messaggio non inviato, lo sguardo interrotto dalla folla, il dj, la musica spinge il pubblico salta, nella coltre di fumo qualcuno più non guarda. Ed allora si dovrebbe ricominciare tutto dall’inizio, l’ennesima sigaretta appoggiati al muro, l’adesivo sulla cabina elettrica di qualche party, la voglia di fuggire ed il display del cellulare. Se torni ricordi ma se rimani troppo lontano rischi di dimenticare tutto, e non si può più stare in mezzo. C’è il casino, l’amore al confino, le solide sensazioni, l’amara consapevolezza il finestrino abbassato stereo notte in sottofondo, scende a volte la nebbia, perdi lo sguardo nel buio, intravedi la campagna, c’è la distanza, la luce del lampione, lo sguardo il perdente ed il campione, l’ombra della vettura, la camera vuota, la bugia di pregevole fattura. E poi pensiamo alle circostanze, alle vicinanze, le colonne al semaforo, l’ingresso privilegiato e chi qualcosa ha dimenticato. C’è in tasca l’accendino, il resto del panino, lo scontrino della bevuta la caramella ed un pò di tabacco, la ragazza col tacco, il poser con lo spolverino, quello in cappotto e quello in giubbino. L’odore sulla maglietta, la serata perfetta, l’entrata sbagliata l’uscita di scena e la rimpatriata. L’urlo, la telefonata con il pianto e quella con la risata. Tutto è stato spostato dal vento, ed allora serve a qualcosa cercare?, mettersi in gioco e ripartire?. C’è chi aspetta la scopata, chi si trova la macchina rigata , la foto della nottata, il lampeggiante in fondo alla via, i documenti alla polizia, la corsa sul marciapiede, chi al vento ci crede, chi resta in attesa, e a chi questa attesa pesa. L’ultima fermata, l’arrivo, il viaggio in Messico ed il grande viaggio. Il cuscino, il letto da rifare, un posto dove vomitare, piedi nudi sulle mattonelle, scritte alle piastrelle, balcone aperto, l’orologio l’acqua nel lavandino, la mani sulla fronte, la sveglia ci ricorda il mattino. Il sogno, il desiderio ed infine la resa, l’amore a mille oppure in difese. C’è che tutto è stato spostato dal vento, i pensieri gli sguardi le parole ed il racconto, c’è la notte, la luna alta nel cielo, le luci accese e i cercatori del vero, rapide scelte che un leggero soffio è pronto a far sbandare, il vento lo senti, ma a te fa piacere?